seo-3007488_640.jpg

Scalare la SERP con contenuti utili

Sono tre i principali obiettivi di chi si occupa di Content Marketing:
•    strutturare il proprio contenuto in modo da farlo diventare virale
•    stimolare il lettore portandolo anche a lasciare un commento;
•    non passare inosservato agli occhi di chi ha un’autorevolezza sul web, in particolare chi genera link e traffico sul web.

Con l’ultimo aggiornamento dell’algoritmo, Google premia con un buon posizionamento nella SERP i contenuti di qualità di un blog o di un sito web che rispondono alle esigenze dell’utenza e siano utili e che rispettano i criteri di User-experience, ossia di una navigazione facile e intuitiva. 

Dunque il primo passo è quello di portare il maggior numero di lettori al proprio blog o sito web, fidelizzare chi approda sui contenuti e fare in modo che nel tempo diventino un punto di riferimento da condividere sui social network e da commentare così da generare traffico intorno al brand che rappresenta la persona o l’attività. 

Le migliori strategie per attirare i lettori a condividere i vostri contenuti di qualità

Per individuare le caratteristiche irrinunciabili per un Content Marketing di qualità ti invitiamo a leggere l’ultimo argomento trattato nel nostro blog. Con questo articolo vogliamo andare oltre, sviscerando le principali strategie per promuovere i nostri contenuti di qualità.

1.    Sfrutta la vanità di coloro che sono un'autorità nel settore di cui ti occupi nel blog: attraverso una semplice ricerca su Google, individua almeno 10 siti web intorno all'argomento in questione e crea un contatto con coloro che potrebbero essere interessati ai tuoi contenuti. Seguili sui social, condividi i loro contenuti multimediali, rinforza i dibattiti sui commenti, contattali via email. Attenzione però a non entrare a gamba tesa chiedendo loro di condividere il vostro articolo o video, cerca di costruire un confronto sul tema, fatti prima conoscere e coinvolgi il professionista in questione con domande utili per arricchire il tuo contenuto prima ancora di pubblicarlo. Una volta online, aggiornalo con un messaggio personale, ringrazialo per il sostegno e linka l’articolo chiedendo un commento da parte sua se ha piacere. 

2.    E’ arrivato il momento di verificare se il tuo contenuto è così interessante da essere condiviso. Tramite la ricerca di parole chiave sui social, Google e altre piattaforme come Buzzsumo, individua persone che hanno più volte condiviso materiale sull’argomento trattato, contattale e chiedi loro cosa ne pensano. Se l’articolo sarà accattivante lo condivideranno di sicuro!

3.    Altro terreno fertile dove incontrare un feedback interessante e proficuo sono i forum. Attenzione anche qui a non fare autopromozione, ma iniziate prima col farvi conoscere aprendo un dibattito sull’argomento attraverso post brevi e di qualità. Una volta ingranata una discussione approfondita nel tempo, proponi ai partecipanti del forum una prima parte dell’articolo con una breve premessa sulla pubblicazione.

4.    Cerca su Google venditori e professionisti tecnici del settore di cui tratti che possano trovare spunti interessanti sull’argomento e proponigli l’articolo con una breve premessa accattivante. Anche in questo caso la richiesta di condividerlo dovrà avvenire con tatto alla fine e dopo aver chiesto loro cosa ne pensano. Un feedback positivo potrà portare ad una condivisione spontanea, se così non fosse potete chiedere voi visto l’interesse suscitato.

Nei prossimi articoli Alsolved affronterà le altre fasi necessarie per conquistare le vette più alte della SERP.